Ricordi Andrea S. e il suo racconto del viaggio in Polonia con lo European Solidarity Corps? Oggi vogliamo partire dalla sua testimonianza e provare a rispondere alla fatidica domanda: perché partecipare ai progetti del Corpo Europeo di Solidarietà? CAMONEUROPE ha raccontato l’esperienza di Andrea e ha fatto da tramite con la sua sending organisation (l’organizzazione di invio), quindi ora ci chiediamo… cosa ha imparato di speciale il volontario europeo durante il suo percorso? Ecco perché in questo post torniamo a parlare di skill e lo facciamo passando direttamente la parola al nostro Andrea, che ci parla del suo rapporto con la scrittura.


Scrivere mi piace per molteplici ragioni. La più importante è il fatto che la scrittura mi consente di rilassarmi. Quando sto scrivendo un articolo o una storia, mi perdo nelle parole e nella struttura della lingua e riesco così a non pensare all’ansia; ansia che, purtroppo, spesso accompagna le mie giornate. Ecco perché per me scrivere è un vero e proprio ansiolitico naturale.

Un’altra ragione per cui mi piace scrivere è che mi permette di condividere una parte di me con gli altri. Trovo la scrittura – e il fatto stesso di condividere gli scritti – un atto molto intimo e personale. Una terza motivazione potrebbe essere la grande soddisfazione che mi dà, una volta terminato, il progetto a cui lavoro. Il fatto cioè di avere scritto delle pagine, delle cartelle, che dopo essere uscite da una penna anche virtuale sono nel mondo; per così dire tangibili e a disposizione degli altri.

Passeggiando per Rzeszow con gli altri volontari europei
Passeggiando per Rzeszow con gli altri volontari europei

Infine… scrivere mi aiuta a diventare un po’ più sicuro di me. Il mio percorso di formazione non è dei più brillanti; ho lasciato la scuola quando avevo 16 anni, a seguito di qualche problema di salute, e non ho più ripreso. Capita spesso che io mi senta inferiore a chi ha titoli di studio “maggiori” del mio (cosa che non è troppo difficile). Ho seguito qualche corso online su vari argomenti che spaziano dall’addestramento cinofilo all’informatica e poi…

Mi sono ritrovato in Polonia. Ebbene sì, mentre studiavo per il corso di informatica, ho deciso di fare domanda per un progetto breve di volontariato europeo in Polonia e sono stato selezionato! È proprio lì che ho cominciato a scrivere dei brevi articoli.

Andrea S.

Gli articoli che scrivevo in Polonia venivano pubblicati sul blog dell’organizzazione ospitante ed erano più che altro piccoli racconti di vita; si trattava cioè di testi medio-brevi legati a ciò che mi accadeva durante il progetto. Ad esempio, ho scritto un articolo che parla delle similarità che ho notato tra la cucina italiana e quella pachistana: è stato molto divertente indagare e scoprire che certi piatti… li cuciniamo praticamente nella stessa maniera! Ho trovato molto stimolante cimentarmi così nella scrittura: non avevo mai scritto per un blog prima d’allora e spero proprio di avere l’occasione di coltivare questa nuova passione anche in futuro.

A Cracovia, con gli altri volontari del Corpo Europeo di Solidarietà
A Cracovia, con gli altri volontari del Corpo Europeo di Solidarietà

Molto presto partirò per un altro progetto con il Corpo Europeo di Solidarietà; questa volta starò via diversi mesi e avrò l’occasione di abitare in Irlanda. Penso che sia una bella opportunità per continuare a raccontare la quotidianità e gli aneddoti legati al mondo della mobilità giovanile. Al fatto stesso di trovarsi all’estero e di vivere sulla propria pelle qualche cosa di nuovo e, a ben vedere, anche di unico. Potrei partire da un blog tutto mio questa volta: un buon modo per allenarmi e sperimentare con costanza qualcosa di nuovo.

Se non fossi partito per la Polonia, probabilmente non avrei scoperto che scrivere mi piace tanto… Non vedo davvero l’ora di cimentarmi con il racconto della “mia” Irlanda!

Andrea Sarna


Anche tu vorresti andare all’estero con il Corpo Europeo di Solidarietà? Fino al 31 dicembre puoi presentare la tua candidatura per un bel progetto di volontariato europeo: sempre in Polonia, dall’8 febbraio al 7 marzo 2021! Manda un’e-mail ad europa@ateliereuropeo.eu con in copia camoneurope@gmail.com e saremo felici di aiutarti a partire.

2 pensieri riguardo “SCRIVERE, UN ANSIOLITICO NATURALE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...