Miriam Poiatti, giovane camuna di Artogne, ha partecipato allo youth exchange HEALTHY LIFESTYLE (17-24 agosto 2018, Belgio). Ecco la sua testimonianza!

 

Rieccomi, per la seconda volta, su questa pagina, ora però non si parla più di Ono San Pietro e di artigianato, ma di fare le valigie, partire per il Belgio. È stato il mio primo scambio all’estero e, devo dire, mai esperienza fu più bella. Come cosa più importante devo annunciare che ho cambiato nome, da Miriam sono diventata Mimì, scelto appositamente per me da due simpatici gemelli belgi, stanchi dei miei tentativi (falliti :)) di fargli pronunciare la R come la pronunciamo in Italia.

In questo scambio ho imparato tante cose nuove: a preparare il pane, a cucinare usando erbe selvatiche, a alternare francese (che non parlavo da 5 anni) e inglese e a usare le mie conoscenze di greco antico acquisite in 5 anni di liceo classico per riuscire a dire gli scioglilingua grechi.

Devo ringraziare davvero tanto la mia compagna di avventure Alessia che mi ha trascinato anche in questo scambio e che mi è stata accanto in ogni mio folle momento, da quando la costruzione del forno a paglia si è trasformata in un trattamento di fanghi stile spa a quando, prese dal patriottismo belga, ci siamo aggirate per l’ostello facendo firmare a tutti la sua amata bandiera belga (sì, ci sono anche le foto che provano questi momenti-imbarazzo); e ringrazio anche tutti i partecipanti che hanno assecondato ogni nostra follia come se tutto andasse bene, come se tutto fosse normale.

Miriam_2

miriamOltre ad Alessia, che per la mia vita è una presenza basilare da quando abbiamo 4 anni (sì, tanta sopportazione reciproca ma anche tanto tanto bene), ho conosciuto tante altre persone che mi hanno fatto entrare nella loro cultura, mi hanno spiegato i loro valori e mi hanno insegnato uno dei fondamenti dell’amicizia: l’uguaglianza. In occasioni come queste soprattutto, ma anche nella “normalità”, o per meglio dire nella vita quotidiana, l’amicizia si basa proprio su questo, sul fatto che l’uno sia uguale all’altro, non importa il Paese di origine, l’età o l’apparenza, si è tutti uguali, si è tutti amici; e questa è una lezione che mai dimenticherò e che ognuno dei ragazzi presenti, a modo suo, ha fatto entrare nel mio cuore.

Spesso riguardo questa foto ed ogni volta mi sembra più bella, ogni volta che vedo quei sorrisi veri e che mi ricordo di aver condiviso ogni sorriso con loro.

Miriam_3

Miriam Poiatti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...